lunedì 24 novembre 2008

Mea culpa e La bella rogna, di Guanda... e il suo falso



Il falso...



L'originale...



In alto, la ristampa non autorizzata, in basso l'originale.

Rispetto a quanto precedentemente indicato, in effetti il cartoncino della brossura è lo stesso; invece rimane valida come indicazione per distinguere originale da copia il fatto che i caratteri dei titoli della copertina e nei risguardi, nel falso sono leggermente fuori registro, come "sbavati" (vedi foto close-up).

Quotazione dell'originale: 80-100 Euro (visti anche a 150 Euro), valore del "falso", 20-30 Euro.
Con un pò di fortuna e pazienza si può trovare l'originale anche a molto meno, 25-50 Euro. Lo stesso vale per il Bagatelle di Guanda: a fronte di richieste di 200-300 Euro (che sfruttano l'"ansia del collezionista", e sono totalmente immotivate, visto che il libro è comunque non così raro), è parimenti possibile acquistarlo a 50-100 Euro (prima cifra, pagata l'anno scorso dal sottoscritto, seconda, raggiunta su E-Bay poco tempo fa). Céline merita tanta passione e dedizione, ma non che si facciano dei favori a chi specula con il suo nome.

4 commenti:

Sisyphus ha detto...

io però non l'ho trovato. Nemmeno il falso.
Secondo te è scaricabile da qualche parte?

Andrea Lombardi ha detto...

Ciao!

prova a vedere su maremagnum.com

quello da 84,00 Euro dovrebbe essere disponibile!

oppure guarda sugli OPAC se è disponibile in una biblioteca vicino a dove abiti, magari.

Anonimo ha detto...

Penso d'aver una versione della "Tea" del Mea Culpa, una robaccia...ma che le traduzioni di gente come Céline le danno in mano a stoccafissi che sembra che traducono una di quelle antologie...e la biribi dell'antologia non ha notte e tempo per uno come Céline.

Trincia-senna

trincea-senna.splinder.com

Davide Ruffini ha detto...

cari céliniani, sono riuscito a trovare dopo lunghe peregrinazioni Bagattelle in edizione Guanda. non so se girino falsi, copie anestatiche anche di questo volume (dato che ho un Bagattelle anastatico, della Ar, rifacente a Corbaccio 1938).
Il Bagattelle Guanda invece si vede che è stato letto e forse fin troppo... le condizioni sono buone, salvo 3 pagine in cui un lettore sacrilego e poco intelligente ha sottolineato dei passaggi a penna (rossa!)!!! sono passaggi un po' incriminati.
comunque l'ho presa perché è in ottimo stato e (proprio per quel difetto) il libraio me la messa 15 euro!!!
un'altra copia tutta bruciacchiata e consunta (copertina soprattutto) l'ho vista nella fiera del libro antico di milano, organizzata da Malavasi, fondatore di maremagnum...
insomma è settimana da bagattelle...